***   UN VECCHIO   ***
Passeggiando per i viali,

su una panchina
stava seduto un vecchio.Solo, senza compagnia,
tra le mani solo un giornale
vicino solo il suo cane.È pensieroso,
nell’afflizione della spregiata vecchiaia
ripensa alla poca vita goduta.
Sa di essere tanto vecchio
lo sente, lo vede.
Non vuole accettarlo.

Il tempo della giovinezza sembra ieri
che spazio breve, che spazio effimero.
Ripensa agli inganni
alla fiducia riposta negli altri
che pazzo! Ripensa al tempo bugiardo
che gli sussurrava:

“Domani, domani hai tempo”
Quanti impulsi frenati,
quante occasioni perdute,
quanta felicità sacrificata.
Il pensiero è chiuso

nel ricordo
in tutta la sua intensità.
Il ricordo ha stordito il vecchio

Cade il giornale…
si assopisce…
curvato sulla spalliera della panchina.

                                                                                  Copyright  © versi by  Rakel

Aprile 2006

Annunci